Cotti Giuseppe

LISTA N. 3
Candidato al Municipio n. 3
Candidato al Consiglio Comunale n. 11
(Municipale uscente)

Avvocato

Sono nato e cresciuto a Locarno. Dopo gli studi di diritto a Friborgo, ho lavorato come avvocato nello studio legale e notarile MCE Legal di Locarno. Sono sposato con Yvonne e padre di due figli, Edoardo (3 anni) e Samuele (1 anno). Da sempre sono appassionato di politica, alla quale mi sono avvicinato fin da giovane. Nella Legislatura 2008-2012 sono stato membro del Consiglio Comunale e Presidente della Commissione della gestione. Nel 2012 sono stato eletto in Municipio e da allora dirigo i Dicasteri dell’educazione e della cultura. In questi primi quattro anni a Palazzo Marcacci mi sono impegnato soprattutto per una gestione trasparente delle risorse pubbliche, in particolare nel settore degli appalti, e ho ottenuto risultati tangibili; mettendo a concorso numerosi lavori pubblici, la Città risparmia ogni anno centinaia di migliaia di franchi rispetto alla situazione che avevamo ereditato.

Nel Dicastero dell’educazione, la mia priorità è la vicinanza alle famiglie, che si è tradotta nella creazione di una mensa per gli allievi delle elementari di Solduno, nell’estensione del servizio assicurato dalla mensa delle elementari ai Saleggi e nell’avvio di un Piano di mobilità scolastica, con percorsi sicuri casa-scuola per i nostri allievi. Nell’ambito dell’edilizia scolastica abbiamo inoltre risanato i tetti delle scuole elementari dei Saleggi e ampliato la scuola dell’infanzia delle Gerre. Nel quadriennio 2016/2020 proseguiremo in questa direzione, introducendo l’orario continuato nella scuola dell’infanzia (dalle 7 alle 19), ampliando il dopo-scuola alle elementari, creando una mensa a Locarno-Monti e risanando le scuole elementari di Solduno, sempre con attenzione a sostenere i docenti nel loro lavoro, di fondamentale utilità pubblica.

In questi anni il Dicastero cultura ha invece sostenuto in particolare il progetto Casa d’Italia, a favore di associazioni culturali e giovanili attive sul nostro territorio, continuando nel contempo a promuovere l’attività di Casa Rusca e Casorella. Nella prossima Legislatura intendo favorire una maggiore collaborazione regionale, perché una vita culturale ricca significa stimolare il turismo, un settore del quale la nostra regione vive.  Un altro obiettivo strategico sarà la valorizzazione del Castello, sulla quale un gruppo di lavoro è già stato attivato. Guardando oltre i miei Dicasteri, mi impegnerò poi per una politica dei quartieri reale, che ponga al centro le esigenze dei cittadini e favorisca la cura degli spazi pubblici e la vita nelle piazze. Servirà anche attenzione per tutte le generazioni, con una politica sociale attenta alla terza età – che promuova soluzioni di mobilità e incentivi la realizzazione di alloggi per anziani autosufficienti – e con una politica giovanile moderna, che renda protagoniste le associazioni presenti sul territorio.